Chiesa della Madonna della Porticella

CHIESA DELLA PORTICELLA (XVII)

La cappella delimita il confine tra Miglionico e Pomarico, situata sui ruderi di un tempio pagano, dedicato alla Dea Demetra. Vi sono, all’interno della cappella, delle pitture seicentesche raffiguranti la Madonna di Costantinopoli, il Pantocratore e la Madonna del latte. Nella parte interna, in sinopia la Madonna del Carmine, San Rocco e angeli che liberano dalle fiamme le anime purganti e rappresentano la funzione caritativa dei monaci bianchi nei periodi di peste, colera, tifo. L’affresco di San Vincenzo Ferrer a medaglione reca visibili segni di coloro che avevano terminato lunghi periodi di penitenza.

Una grande festa viene celebrata qui nella seconda domenica di settembre. La tradizione contadina suggerisce, in questa occasione, di consumare all’aperto “il galluccio” arrostito alla brace e irrorato di ottimo vino locale, con pane cotto nei forni delle “casedde”, frutta varia e soprattutto i celebri e gustosi fichi di Miglionico.

Copyright 2018 - Parrocchia Santa Maria Maggiore Webmaster - Giovanni Amati Testi - Gruppo Giovani Adulti